NOTIZIE

smaltimento

Provvedimenti in caso di incidente

Tel. 02/96 46 00 45 disponibile 24 ore su 24

In ogni situazione di incidente o di emergenza che possa verificarsi durante il trasporto, i membri dell’equipaggio devono adottare i seguenti provvedimenti, quando ciò sia possibile e senza pericolo:

 

  • attivare il sistema di frenatura, spengere il motore e sconnettere la batteria attivando lo stacca batteria, ove presente;
  • evitare ogni sorgente di accensione: in particolare non fumare e non attivare alcuna apparecchiatura elettrica;
  • informare i servizi di emergenza, fornendo il maggior numero di informazioni possibile sull’incidente e sulle materie coinvolte;
  • indossare l’indumento fluorescente e sistemare in maniera appropriata i segnali di avvertimento autoportanti;
  • tenere a portata di mano i documenti di trasporto per metterli a disposizione delle squadre di emergenza;
  • non toccare e non camminare sulle perdite di materie fuoriuscite ed evitare, rimanendo sopravento, di inalare fumi, polveri e vapori;
  • quando sia appropriato e senza pericolo, utilizzare gli estintori per spengere i principi di incendio degli pneumatici, dei freni e del vano       motore;
  • non affrontare gli incendi della zona carico;
  • quando sia appropriato e senza pericolo, utilizzare l’equipaggiamento di bordo per prevenire dispersioni in ambienti acquatici e nei sistemi fognari e per contenere le perdite;
  • allontanarsi dal luogo dell’incidente, chiedere alle altre persone di allontanarsi e seguire le indicazioni dei servizi di emergenza;
  • rimuovere gli indumenti ed i mezzi di protezione contaminati e smaltirli in sicurezza
bonifica1

Nuova norme per il trasporto rifiuti

Sul supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale di mercoledì 13 gennaio 2010, è stato pubblicato il Decreto del Ministro dell’Ambiente 17 dicembre 2009 di istituzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), che verrà gestito direttamente dal Comando dei Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente, al fine di prevenire e ridurre il fenomeno dei reati ambientali connessi allo smaltimento illecito dei rifiuti.

Il decreto entra in vigore in data odierna (giovedì 14 gennaio 2010) è farà scattare l’operatività del sistema SISTRI dopo 6 mesi, cioè dal 14 luglio 2010 per le imprese che svolgono la raccolta ed il trasporto dei rifiuti speciali, nonché per le aziende e gli enti che effettuano operazioni di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Dette imprese sono tenute ad iscriversi al sistema SISTRI entro 45 giorni da oggi (cioè entro fine febbraio) per poter continuare ad operare regolarmente, versando il contributo previsto per la sede legale e per ciascun autoveicolo adibito al trasporto dei rifiuti.

Successivamente all’iscrizione, dovranno poi dotarsi dei dispositivi elettronici previsti dal sistema, quali una chiavetta USB e di una scatola nera di controllo (black box) da installare a bordo di ciascun autoveicolo al fine di monitorare il percorso effettuato dal medesimo.

Loading... Loader